© 2023 by Closet Confidential. Proudly created with Wix.com

SEARCH BY TAGS: 

LA STAZIONE DELLE MUSE nuovo allestimento interattivo al MAiO Museo dell'Arte in Ostaggio

May 20, 2018

 

 

 

Il Museo dell’Arte in Ostaggio presenta LA STAZIONE DELLE MUSE un nuovo allestimento interattivo e un progetto biennale rivolto ai più giovani: iniziative dedicate, installazioni di realtà virtuale e un videogioco promuovono la conoscenza delle opere trafugate dai nazisti e ancora “prigioniere di guerra”

 

 

La Stazione delle Muse è il nuovo allestimento interattivo che verrà presento a Cassina de’ Pecchi, alle porte di Milano, domenica 3 giugno 2018, durante la Giornata Nazionale dei Piccoli Musei.

 

 

Il MAiO è il primo museo italiano che intende sollecitare memorie e azioni per recuperare i 1.641 tesori culturali ancora “prigionieri di guerra”, trafugati dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, nonché il terzo nel mondo di questo tipo. Sviluppato da un’idea del giornalista e scrittore Salvatore Giannella, ideatore e coordinatore del “Premio Rotondi ai salvatori dell’arte”, il museo ospita pannelli dedicati che, regione per regione, elencano le opere mai ritrovate, e una postazione multimediale con video 3D che rende il visitatore protagonista di un’esperienza interattiva volta a conoscere ed esplorare alcune delle opere trafugate, trasformandole in immagini rielaborate attraverso algoritmi e pennelli elettronici.

 

Tre anni dopo l’inaugurazione, il 3 giugno 2018, in concomitanza con la Seconda Giornata Nazionale dei Piccoli Musei e il giorno successivo alla Festa della Repubblica, il MAiO presenta nel suo torrione del XVI secolo e negli spazi di Cascina Casale, La Stazione delle Muse, un progetto innovativo e ambizioso perché volto a includere un pubblico giovane e meno avvezzo a questo tipo di fruizione.

 

Il valore culturale e sociale de La Stazione delle Muse ha reso il progetto vincitore, nel luglio 2017, del Bando Partecipazione Culturale di Fondazione Cariplo. In occasione dell’evento del 3 giugno, durante il quale i numerosi partner aderenti all’iniziativa cofinanziata da Fondazione Cariplo e dal Comune di Cassina de’ Pecchi presenteranno le loro attività finalizzate al progetto, verrà inaugurato il nuovo allestimento interattivo con installazioni di realtà virtuale e un videogioco, entrambi volti a coinvolgere non solo i fruitori già appassionati, ma anche i ragazzi dai 13 ai 25 anni, a cui l’intero progetto si rivolge con particolare attenzione

 

 

 

La Stazione delle Muse è un allestimento interattivo, che i visitatori sono invitati a sperimentare nel giorno dell’inaugurazione e sarà composto da due principali installazioni:

 

- il MAiO Play, un vero e proprio videogioco multiplayer dove gli utenti, all'interno di un cabinato arcade, esplorano ambienti gamificati e sbloccano contenuti culturali, sfidandosi tra loro. L’utente di questo gioco d’avventura (platform adventure) è una pallina che si muove all’interno di un ambiente tridimensionale onirico con i frammenti di memoria dei principali capolavori trafugati di artisti come Michelangelo, Raffaello, Botticelli, Luini, Canaletto, Bronzino, Tintoretto. Lo scopo è raccogliere più frammenti in meno tempo possibile per far uscire dal buio le opere trafugate e proseguire verso la luce di quelle recuperate, per cercarle e renderle visibili nella bellezza dei loro colori (tra le ritrovate, anche quelle già tornate nei musei di appartenenza, all’estero, ammirabili da tutti tramite il videogioco);

 

il MAiO Virtual Museum, con il quale l’utente viene condotto virtualmente all’interno di un’installazione in realtà virtuale che, con l’utilizzo dell’apposito caschetto VR, permette al fruitore di intraprendere un itinerario guidato all’interno di un video a 360°. Nella versione interattiva di questa installazione, l’utente può decidere di spostarsi virtualmente all’interno dell’ambiente onirico tridimensionale del MAiO per approfondire contenuti (foto e testi) che più lo incuriosiscono in una forma totalmente immersiva.

 

 

 

 

PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA, IN OCCASIONE DELLA SECONDA GIORNATA NAZIONALE DEI PICCOLI MUSEI

 

Ore 16.00

Intitolazione della Corte del Casale a Pasquale Rotondi e Guglielmo Pacchioni

salvatori dell’arte durante l’ultima guerra, di cui daranno testimonianza rispettivamente la figlia Giovanna Rotondi e il Prof. Ferdinando Zanzottera, dell’Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda a seguire Presentazione del progetto LA STAZIONE DELLE MUSE

 

Ore 17.00

PRIMA STAZIONE. MAIO 3.0. L’ARTE IN OSTAGGIO E L’ARTE RITROVATA

STREAMCOLORS presenta MAiO Play e MAiO Virtual Museum

dalle ore 17.30 alle ore 19.00. Tornei con MAiO Play e visita MAiO Virtual Museum

 

Ore 17.45

SECONDA STAZIONE.  LA PRESENZA DELL’ARTE. CRESCERE INSIEME CON L’ARTE Inaugurazione della mostra “Incisioni a scuola” a cura dell’Associazione La Forza del Segno (le opere realizzate dai ragazzi rimarranno esposte fino al 9/06/2018) e anticipazione della mostra “Cercando Alice…” a cura di Casa Filippide Cooperativa Sociale Onlus, entrambe partner del progetto

 

Ore 18.15

TERZA STAZIONE. LA PRESENZA DEL TEATRO

Presentazione delle azioni di drammaturgia di comunità e visite teatralizzate coordinate dall’Associazione LAP Laboratorio Artistico Permanente, partner del progetto

 

Ore 18.45

QUARTA STAZIONE. LA PRESENZA DELLA MUSICA

Aperitivo musicale a cura di Associazione Musica in Mente, partner del progetto

 

Dalle ore 19.15 alle ore 21:00

Stuzzichini e chiacchiere

Buon vino e buonumore

 

Ore 21.00

MUSICA DELLE OPERE DIMENTICATE

Simone Zanchini ed Eloisa Manera in concerto (fisarmonica e violino)

per musicare le immagini di alcune delle più interessanti opere trafugate

 

 

Per tutto il corso della giornata gli eventi saranno a ingresso libero

A tutti i partecipanti, in segno di ospitalità, verrà donato un segnalibro frutto della prima stagione di semina dell’arte con le scuole. Ad accogliere i visitatori e a narrare storie di arte in ostaggio per tutto l’evento l’ideatore del Museo, il giornalista e scrittore Salvatore Giannella, insieme allo staff del MAiO.

 

 

 

INFORMAZIONI UTILI

MAiO, Museo dell’Arte in Ostaggio

Via Trieste 3

Cassina de’ Pecchi (Mi)

Metro M2, fermata Cassina de’ Pecchi

 

 

 

 

Please reload

Please reload

FOLLOW ME!
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Icona sociale
  • Instagram Social Icon
  • Pinterest Social Icon

RECENT POSTS: 

Please reload