© 2023 by Closet Confidential. Proudly created with Wix.com

SEARCH BY TAGS: 

IL VIOLONCELLO DI AMIR di Fuad Aziz, MATILDA EDITRICE

January 10, 2019

Autore: Fuad Aziz

Illustrazioni: Fuad Aziz

Titolo: Il violoncello di Amir

Edizione: Matilda Editrice
Genere: Libro per bambini
Data di pubblicazione: novembre 2018

Formato: 20,5 x 20,5 cm, copertina rigida

Pagine: 24 a colori

Età di lettura: da 7 anni

Il voto di Chri: 5 stelline

 

 

 

Per la collana I libri del filo invisibile di Matilda Editrice ecco Il violoncello di Amir scritto e illustrato da Fuad Aziz.

 

 

La Casa Editrice Mammeonline è nata a fine ottobre del 2003. Quello che la rende particolarmente interessante è però il motivo per cui è nata: sostenere la comunità internet che, sul web dal '98, cominciava ad avere importanti necessità economiche per mantenersi in vita.
La straordinaria crescita costante della comunità provocò un innalzamento dei costi importante... come farvi fronte? Difficile ottenere fondi da sponsor, complicato autotassarsi, fuori discussione l'offrire servizi a pagamento. E allora? Allora, dalle stesse donne della comunità è nata l'idea: "Facciamo una cosa che sappiamo far bene, che è positiva, che serve a tutte: raccogliamo un po' delle fiabe che abbiamo nel cuore e regaliamole a Mammeonline!
Del resto lo sanno tutti, le mamme inventano fiabe, per consolare, addormentare, distrarre i loro bambini.


Le Mammeonline, oltre ad inventarle, hanno cominciato a scriverle...  E poi, dopo il primo libro di fiabe, abbiamo voluto continuare a dare spazio e voce alle esperienze, ai sogni, alle difficoltà quotidiane di essere donne e madri, per portare fuori della comunità on-line il supporto e la condivisione che le donne si scambiano nei forum.
E sono nati altri libri... e ancora ne nasceranno.

 

 

La Casa Editrice Mammeonline di Foggia di Donatella Caione da luglio 2016 dà vita ad un nuovo marchio editoriale: Matilda Editrice, come Matilda, la protagonista del romanzo di Roald Dahl, un nome che contiene perfettamente il senso di questa attività editoriale. Dice Donatella Caione, responsabile della Casa Editrice: “È un nome che parla di letteratura per l'infanzia, di bambine protagoniste, di genitorialità non solo biologica, di amore per i libri e per le biblioteche, del bisogno di non uniformarsi. Ma parla anche di famiglie imperfette e di insegnanti appassionate.  Matilda è libertà, è anticonformismo, è intelligenza, è l'emblema di quello che dovrebbe rappresentare la cultura: il mezzo per allargare i propri orizzonti e non lasciarsi sopraffare dalla grettezza.  E, oltre al senso, contiene le parole: Multicultura Accoglienza Tenacia Identità Lettura Diversità Affettività. Parole che raccontano perfettamente le motivazioni, gli interessi e l'approccio mio e di chi lavora con me, compresa la tenacia, qualità indispensabile per chi crede nel lavorare nell'editoria.”

 

 

Riusciranno Amir e il suo violoncello

a ritrovarsi e a suonare la loro libertà?

 

 

 

Il violoncello di Amir narra di Amir, suonatore di violoncello che è costretto ad abbandonare clandestinamente il suo paese quando si rende conto che lì non può più vivere da uomo libero.

 

Porta con sé il suo violoncello ma lo perde durante il viaggio...

 

 

 

 

 

Fuad Aziz è nato in una città antichissima nel cuore del Kurdistan, Arbil/Irak, nel 1951. Fin da piccolo ha avuto dentro di sè la passione per l’arte. Ha studiato, infatti, presso l’Accademia di Belle Arti di Baghdad fino al 1974. Ha deciso, poi, di venire in Italia e si è iscritto all’Accademia di Belle Arti di Roma e poi di Firenze, dove ha conseguito la laurea.

Pittore, scultore, da alcuni anni lavora anche come autore e illustratore di albi e libri per l’infanzia. Ha realizzato numerose mostre personali e collettive sia in Italia che all’estero e ha pubblicato numerosi libri presso molte case editrici italiane.

 

 

 

Il violoncello di Amir è un albo semplice ma commovente che narra di speranza, sogni e di una vita migliore. 

 

 

Oggi nel mondo purtroppo c’è un numero incredibile di persone costrette a fuggire dalla fame, dalle guerre e sopratutto dalla mancanza di libertà. Tra queste persone ci sono donne, bambini, anziani, letterati, ingegneri, medici, e artisti, come Amir. E tanti giovani pieni di forza fisica ed energie che possono contribuire allo sviluppo di società che ormai stanno invecchiando.

 

Un testo semplice e poetico e delle belle e simboliche illustrazioni rendono il libro adatto a bambini ma anche a ragazzi che potranno apprezzarne il significato più profondo.

 

Un albo illustrato che invita a riflettere su ciò che sta accadendo intorno a noi.

 

 

"La differenza culturale è fonte di ricchezza perché lo sviluppo culturale non è lineare, e non avviene da solo: ha bisogno di conoscenza di altre culture." Fuad Aziz

 

 

 

 

Trovi Il violoncello di Amir nelle migliori librerie e QUI

 

 

 

Please reload

Please reload

FOLLOW ME!
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Icona sociale
  • Instagram Social Icon
  • Pinterest Social Icon

RECENT POSTS: 

Please reload