© 2023 by Closet Confidential. Proudly created with Wix.com

SEARCH BY TAGS: 

IL PRINCIPE PICCINO...IN VAL DI CORNIA di Francesca Tosca Robicci per LA BANCARELLA EDITRICE

May 29, 2017

Autore: Francesca Tosca Robicci

Illustrazioni: Francesca Tosca Robicci

Titolo: Il Principe Piccino... in Val di Cornia

Edizione: La Bancarella Editrice
Genere: Libro per bambini 
Data di pubblicazione: ottobre 2015

Formato:  17 x 24 cm illustrato

Pagine: 102 a colori 

Età di lettura: da 8 anni

Il voto della Chri: 5 stelline

 

 

 

 

 

Per la Collana Infanzia di La Bancarelle Editrice ecco Il Principe Piccino... in Val di Cornia scritto e illustrato da Francesca Tosca Robicci, ispirato al famosissimo Piccolo Principe.

 

La Bancarella Editrice nasce nel settembre 2005 per dare una risposta ai numerosi autori che chiedono di pubblicare ma non trovano riposta sul mercato. Il binomio editoria e libreria è secondo loro un binomio azzeccato perché le due attività sono complementari e inscindibili . Il libro quando è pubblicato ha bisogno della libreria per poter andare al lettore, la libreria ha bisogno del libro per poter soddisfare l'esigenza dei lettori. La loro libreria, che vive nel mondo del libro da cinquant'anni, ha sentito l'esigenza di irrompere nel campo dell'editoria come hanno fatto molti librari editori, ricordiamo per tutti Ulrico Hoepli e qui vicino a Belforte editore. I libri non sono come le persone non bastano mai e soprattutto oggi che i grandi editori pretendono di dominare il mercato e di far leggere ai lettori ciò che vogliono loro in modo da portarli al pensiero "unico" come succede nel modo della tv dove le idee contro il potere e il governo non trovano spazio.


La piccola editoria è l'arma del riscatto culturale del paese naturalmente tra alti bassi errori e mancanze ma sempre aperta a tutte le voci e pensieri. La loro produzione sarà come lo è stata la libreria uno specchio delle opere delle qualità e delle tendenze culturali espresse dal loro territorio e oltre, tenendo conto che grazie alla comunicazione la provincia è morta e Piombino ha le stesse possibilità di interferire nel pensiero e nella cultura del paese. Dipenderà dall'impegno e dal sacrifico dallo studio e dalle qualità degli autori poeti narratori e pensatori se Piombino potrà avere un suo ruolo nella cultura nazionale, loro mettono i mezzi a disposizione la stampa la pubblicizzazione e il loro sito Internet per varcare i confini , la distribuzione nelle librerie nazionali attente e che vorranno collaborare a portare nuova linfa al mercato librario.

 

 

Il Piccolo Principe vanta numerose traduzioni, e da oggi lo possiamo leggere anche nel dialetto della Val di Cornia grazie a Francesca che ha scritto Il Principe Piccino... in Val di Cornia. Un dialetto che vanta un numeroso vocabolario e che ancora è parlato in zona specialmente dai più anziani.


Ne risulta un operazione di recupero culturale molto importante e nello stesso tempo piacevole per chi si appresta alla lettura.

 

Il pianeta dopo era abitato da uno briao. ? Questa visita ‘uì duro’ po’o, ma lasciò al principe piccino un sacco di malinconia.?
“O te cosa fai?”, domandò al briao che stava zitto davanti a ‘na ‘ollezione di bottiglie vòte e ‘na ‘ollezione di bottiglie piene.?
“Deh, bevo”, rispose il briao co’ aria lugubre.?
“E perché bevi?”, domandò il principe piccino.?
“Mah, pe’ dimenti’a’”, fa il briao.
?“Pe’ dimenti’a’ che?”, ‘l principe piccino aveva già cominciato a compiangilo.
?“Pe’ dimentiha’ che mi vergogno”, dice ‘l briao, e abbasso’ ‘r capo.?”
Ti vergogni di ‘osa?”, 'l principe piccino lo voleva aiuta’.
?“Deh, mi vergogno di be’!”, e si chetò.? 
Il principe piccino se n’ andò perplesso. Certo, deh, i grandi so’ parecchio parecchio strambi, continuava a dissi.

 


Francesca Tosca Robicci è storica dell'Arte e Museologa, dopo l'Università si diploma in pittura all'accademia delle Belle Arti di Carrara. Il suo percorso professionale conserva lo stesso dualismo teorico-pratico e la porta da un lato a costruire un curriculum vitae dedicato alla gestione museale, in Italia e negli Stati Uniti, e dall'altro a sviluppare una fortunata esperienza come affrescatrice e decoratrice di interni, grafica ed illustratrice. 

 

 

Il Principe Piccino... in Val di Cornia è un bellissimo testo, diviso in ventisette capitoli, pieno di poesia e con illustrazioni super tenere e colorate. Coloro che amano il romanzo di Antoine de Saint-Exupéry non possono non leggere questa nuova versione, tutta da scoprire.

Un Classico che dovrebbe essere, a parer mio, tradotto in qualsiasi dialetto italiano proprio per la bellezza e la profondità della storia narrata. 

 

Inoltre la traduzione in dialetto di Val di Cornia è stata effettuata con l'ausilio di Alessandro Garibbo che ha pubblicato una versione del Piccolo Principe in genovese.

 

 

Trovi Il Principe Piccino... in Val di Cornia nelle migliori librerie e nello store online di La Bancarella Editrice 

 

 

 

 

 

Please reload

Please reload

FOLLOW ME!
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Icona sociale
  • Instagram Social Icon
  • Pinterest Social Icon

RECENT POSTS: 

Please reload